mercoledì , 17 Agosto 2022

Il CEO di Binance sul recupero di 3,6 miliardi di dollari di BTC

  • Il CEO di Binance ha twittato che le criptovalute sono molto più facili da tracciare rispetto ai fiat.
  • Il suo tweet era in risposta al recupero da parte delle autorità statunitensi di 3,6 miliardi di dollari di BTC dall’hacking di Bitfinex.
  • Il dipartimento di giustizia statunitense ha arrestato la coppia accusata di riciclaggio di criptovalute.

Alla luce del recente recupero di Bitcoin dall’hack di Bitfinex nel 2016, il CEO di Binance Changpeng Zhao ha twittato che le criptovalute sono molto più facili da tracciare rispetto al denaro fiat.

Il 7 febbraio, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha portato alla luce uno dei più grandi hack di criptovalute, recuperando 3,6 miliardi di dollari di bitcoin. Questi appartenevano al crypto exchange Bitfinex, che è stato violato da una coppia nel 2016. Quasi 120.000 BTC sarebbero stati rubati nell’hack.

Gli agenti federali hanno arrestato la coppia accusata Ilya Lichtenstein e Heather Morgan per aver presumibilmente cospirato per riciclare il denaro rubato dagli hack.

I 120.000 BTC rubati rappresentavano 60 milioni di dollari all’epoca, e sono ora valutati a 4,5 miliardi di dollari. Tuttavia, le autorità sono state in grado di sequestrare solo 3,6 miliardi di dollari o 94.000 BTC.

Un comunicato stampa del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) ha dichiarato che inizialmente, il tribunale ha rilasciato mandati di perquisizione per i conti online controllati dai sospetti. Dopo averli eseguiti, gli agenti delle indagini speciali hanno avuto accesso ai file all’interno di un conto online gestito da Lichtenstein.

Il comunicato stampa ha continuato a leggere:

Quei file contenevano le chiavi private necessarie per accedere al portafoglio digitale che ha ricevuto direttamente i fondi rubati da Bitfinex, e ha permesso agli agenti speciali di sequestrare legalmente e recuperare più di 94.000 bitcoin che erano stati rubati da Bitfinex. Il bitcoin recuperato è stato valutato a oltre 3,6 miliardi di dollari al momento del sequestro.

In un annuncio sul loro sito web, Bitfinex ha detto che avrebbe lavorato con il DOJ per seguire i processi legali appropriati e stabilire i loro diritti per recuperare i bitcoin rubati. La società ha anche aggiunto che se recupera qualsiasi bitcoin rubato, userà un importo pari all’80% dei fondi netti recuperati per riacquistare e bruciare il suo token chiamato UNUS SED LEO. Questo verrebbe fatto entro 18 mesi dalla data in cui riceve l’importo.

Info su Veronica Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recent Comments

Nessun commento da mostrare.