lunedì , 1 Agosto 2022

ETF sulle Criptovalute

Se vuoi investire o speculare sul prezzo delle criptovalute senza acquistare effettivamente alcuna moneta digitale, puoi valutare di opereare tramite gli ETF quotati nei mercati regolamentati.

Gli ETF ti consentono di monitorare il prezzo di un asset o indice sottostante, come il prezzo di una singola criptovaluta o un “paniere” di più token, un modo conveniente per diversificare il tuo portafoglio. Rimuovono anche alcune delle barriere all’ingresso, come l’utilizzo di un exchange di criptovalute o l’apprendimento di come archiviare le criptovalute in modo sicuro. Un altro aspetto interessante è che gli ETF sono strettamente regolamentati e offerti attraverso piattaforme tradizionali come le borse, tra cui NASDAQ e Toronto Stock Exchange.

Nel corso della storia della criptovaluta, gli ETF hanno avuto un momento difficile, con scarso supporto da parte degli organismi di regolamentazione di tutto il mondo. La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti e altri regolatori governativi hanno generalmente respinto le richieste di ETF basati su Bitcoin. Per questo motivo, non c’è stata una vasta gamma di opzioni per investire in un tale indice.

Tuttavia, dopo anni di pressioni, la SEC ha finalmente dato il via libera agli exchange traded fund ufficiali di Bitcoin nell’ottobre 2021. Questo è stato uno sviluppo significativo a causa della natura disponibile a livello globale dei mercati statunitensi, che sono generalmente accessibili agli investitori nella maggior parte del mondo, mentre altri mercati locali no. L’approvazione da parte della SEC ha innescato un’ondata di domande per nuovi ETF di criptovaluta che probabilmente si espanderanno oltre Bitcoin in altre criptovalute.

Che cos’è un ETF sulle criptovalute?

Un ETF è una raccolta (spesso chiamata “paniere“) di attività che possono essere acquistate e vendute in un mercato azionario allo stesso modo in cui gli investitori possono negoziare azioni ordinarie di una società. Gli ETF sono fondi di investimento progettati per tracciare la performance di un particolare indice, come il QQQ del NASDAQ 100, o una materia prima o un bene specifico. Ad esempio, un ETF sull’oro ti consente di investire nel valore dell’oro senza mai dover possedere oro o trovare un posto dove conservarlo.

Gli ETF sulle criptovalute sono progettati per offrire agli investitori un’esposizione al mercato delle criptovalute. Questi indici tengono traccia del prezzo di 1 o più monete o token digitali. Ciò consente agli investitori di aggiungere il valore delle criptovalute al proprio portafoglio senza alcuni dei rischi associati al possesso effettivo di valuta digitale. Alcuni di questi rischi includono:

  • Custodia. Sebbene la stragrande maggioranza degli exchange di criptovalute detenga fondi per tuo conto, alcuni utenti sono ancora preoccupati per l’archiviazione delle criptovalute. Ciò potrebbe essere dovuto alla lunga storia di hack di exchange o a un malinteso di cui hanno bisogno per gestire le monete stesse.
  • Regolamentazione. La maggior parte degli scambi di criptovalute non è regolamentata, anche se un numero crescente sceglie di ottenere le relative licenze. Nonostante ciò, i fondi degli utenti nella maggior parte dei paesi non sono protetti dalle stesse protezioni del denaro in un conto bancario o in una piattaforma di scambio di azioni.
  • Errori. Le criptovalute non perdonano: invia fondi all’indirizzo sbagliato e probabilmente andranno persi per sempre. Sebbene gli investitori non abbiano bisogno di spostare le criptovalute da un indirizzo all’altro, la reputazione di difficoltà è ancora scoraggiante.

Gli ETF di criptovaluta evitano in gran parte la maggior parte di questi rischi assumendo la custodia dei fondi per conto degli investitori e confezionandoli in un investimento altamente regolamentato, che viene servito attraverso punti vendita tradizionali, come gli agenti di borsa.

Il modo più semplice per un ETF di criptovalute per monitorare il prezzo di una valuta digitale è che la società ETF acquisti e conservi quella criptovaluta e quindi divida le quote di proprietà di tali monete tra le parti interessate. Tuttavia, un altro modello prevede che il fondo possieda contratti futures. Questi contratti consentono agli investitori di “scommettere” essenzialmente se pensano che il prezzo di una determinata criptovaluta aumenterà o diminuirà in un determinato periodo di tempo. Gli ETF di criptovaluta basati su futures sono stati il ​​primo tipo ad essere approvato dalla SEC.

Come funzionano gli ETF sulle criptovalute?

In generale, ci sono 3 tipi di ETF sulle criptovalute:

ETF su criptovalute con supporto fisico

Questi contengono monete e token reali che sono alla base del valore dell’ETF. Se il valore delle monete digitali possedute dall’ETF aumenta, aumenta anche il valore della tua unità di investimento.

  • Vantaggi: Il modo più diretto per investire in criptovalute tramite un ETF, poiché il fondo essenzialmente detiene solo monete per tuo conto. Un buon proxy per le persone che non possono o non vogliono possedere monete reali.
  • Svantaggi: Non è ancora buono come quello reale, con i prezzi dell’ETF spesso in ritardo rispetto al mercato e il trading limitato alle ore di mercato (a differenza della criptovaluta reale che viene scambiata 24 ore su 24, 7 giorni su 7). Anche la disponibilità è limitata a seconda dei mercati a cui hai accesso. Ad esempio, in Canada i clienti al dettaglio possono acquistare ETF fisici, ma negli Stati Uniti sono regolamentati per investitori accreditati.

ETF su criptovalute garantiti da futures

Con questo tipo di ETF, le azioni del fondo non si basano su monete effettive ma su contratti futures. Un contratto futures è un accordo che stabilisce un prezzo fisso e una data per l’acquisto o la vendita di un bene. Di conseguenza, consentono potenzialmente agli investitori di trarre profitto sia in mercati ribassisti che rialzisti (a seconda delle specifiche del fondo). Gli ETF garantiti da futures vengono in genere utilizzati quando detenere l’attività sottostante sarebbe problematico, come lo stoccaggio di barili di petrolio o la protezione sicura della criptovaluta.

  • Vantaggi: Questo tipo di ETF è il primo a ricevere l’approvazione per i clienti al dettaglio negli Stati Uniti. Il fondo non è direttamente esposto ai rischi associati all’archiviazione di criptovalute.
  • Svantaggi: Costoso rispetto a un ETF fisico o criptovaluta reale. In cima alle commissioni di gestione dell’ETF c’è il rischio di contango, dove i contratti futures costano più dell’attività sottostante. Ciò può far sì che gli ETF basati sui future vengano scambiati a un premio rispetto al mercato spot, rendendoli un rapporto qualità-prezzo peggiore rispetto all’acquisto di monete reali.

ETF su criptovalute basati su azioni

Questo tipo di ETF è abbastanza diverso dagli altri in quanto si basa su azioni di criptovalute o società legate alla blockchain. L’idea è quella di dare visibilità al più ampio settore blockchain (la tecnologia alla base della maggior parte delle criptovalute) attraverso un paniere di azioni. Ad esempio, l’ETF Bitwise Crypto Industry Innovators è composto da scambi quotati in borsa (Coinbase, Robinhood), hedge fund (Galaxy Digital), società minerarie (Hut 8) e società che detengono criptovalute nella loro tesoreria (MicroStrategy, Tesla).

  • Vantaggi. Un modo conveniente per ottenere visibilità nel settore più ampio attraverso una combinazione di aziende. Probabilmente meno volatile degli ETF che tengono traccia dei prezzi delle criptovalute e con un rischio complessivo inferiore.
  • Svantaggi: Meno volatilità significa anche meno spazio per la crescita, rispetto agli ETF basati sulle criptovalute. L’industria delle criptovalute è ancora nel bel mezzo della regolamentazione in tutto il mondo, che potrebbe avere un impatto negativo sulle prospettive di alcune delle società quotate in questi ETF.

Le quote di ETF possono essere acquistate e vendute sui mercati di borsa valori, ma si applicano commissioni di intermediazione. Proprio come le azioni scambiate in borsa, il prezzo di un ETF fluttua durante il giorno mentre gli investitori acquistano e vendono unità. Tieni presente che gli ETF vengono scambiati solo durante le ore di mercato, mentre le criptovalute vengono scambiate 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ciò può portare a una discrepanza tra il prezzo del fondo e il mercato spot.

ETF Criptovalute
ETF Criptovalute

Dovrai anche pagare una commissione di gestione all’emittente dell’ETF, ma questa è inclusa nel prezzo unitario. Gli ETF hanno generalmente commissioni inferiori rispetto ai tradizionali fondi gestiti (come un hedge fund), ma superiori al mercato spot delle criptovalute.

Vantaggi e rischi degli ETF sulle criptovalute

Proprio come qualsiasi altro tipo di investimento, gli ETF sulle criptovalute hanno una serie di pro e contro. È essenziale soppesare i potenziali benefici rispetto ai rischi coinvolti prima di decidere se investire in un qualsiasi ETF basato sulle criptovalute.

  • Semplicità. Imparare come acquistare e conservare criptovalute può essere un processo difficile o snervante per alcuni. Gli ETF semplificano l’esposizione alle valute digitali senza il fastidio di possedere monete.
  • Accessibilità. Un numero crescente di ETF sulle criptovalute è disponibile tramite i tradizionali broker e borse valori. Oltre a renderli di facile accesso, sono dotati anche delle protezioni legali e normative associate a tali servizi.
  • Diversificazione. Alcuni ETF offrono un paniere di varie criptovalute che semplifica il processo di creazione di un portafoglio diversificato. Previene la necessità di acquistare diverse valute, che potrebbero comportare più conti di cambio, portafogli e comprensione tecnica.
  • Sicurezza. Gli scambi e i portafogli di criptovaluta sono suscettibili di attacchi di hacking e furti. L’acquisto di unità in un ETF crittografico ti protegge da questi rischi poiché in realtà non possiedi alcuna moneta digitale.

Dovresti investire in un ETF o in una vera criptovaluta?

Gli ETF sulle criptovalute sono più adatti alle persone che desiderano un’esposizione ai mercati delle criptovalute, ma non vogliono o non possono possedere una vera criptovaluta per vari motivi. Questo perché l’acquisto diretto di criptovaluta, tramite uno scambio o un broker di criptovaluta specializzato, è più conveniente rispetto all’investimento tramite un ETF.

Oltre alle commissioni di intermediazione, che sono in genere superiori agli scambi di criptovalute, gli ETF applicano una commissione di gestione inclusa nel prezzo unitario dell’ETF. Possono essere scambiati solo durante le ore di mercato, a differenza degli scambi di criptovalute che operano 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ciò significa che l’ETF rimarrà sempre indietro rispetto al mercato e impedirà ai trader di capitalizzare sulle oscillazioni dei prezzi al di fuori degli orari di mercato. In quanto tali, gli ETF sono più adatti alle persone che cercano un acquisto e un investimento a lungo termine piuttosto che qualcosa da negoziare attivamente.

Acquistando un ETF invece di una vera criptovaluta, perdi anche le cose che lo rendono prezioso, come l’opzione per l’autocustodia, l’utilizzo per i pagamenti e il guadagno degli interessi. Detto questo, se vuoi investire nei mercati delle criptovalute senza la responsabilità di possedere le monete effettive o di trattare con più scambi o portafogli, allora gli ETF sono un’opzione.

Se vuoi semplicemente investire in monete nella speranza che il prezzo aumenti, allora un ETF con supporto fisico è probabilmente quello che desideri. In alternativa, se sei un investitore più esperto con una comprensione più profonda dei mercati, compresi i futures, potresti voler esplorare un ETF supportato da futures.

Infine, se non sei interessato a nessuna moneta specifica, ma sei rialzista sul settore in generale, un ETF supportato da azioni potrebbe essere un ottimo modo per diversificare i tuoi investimenti sull’intero mercato. Gli ETF garantiti da azioni sono anche un modo per gli investitori di criptovalute più irriducibili di diversificare il proprio portafoglio e ottenere esposizione a settori come il mining.

Info su Federico Lombardi

Federico Lombardi, Redattore di criptovalute.info, è laurato in Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano. Si occupa di scrivere contenuti a tema Criptovalute, NFT, Blockchain. Con forti competenze tecniche è uno degli esperti che lavora nel settore e scrive anche contenuti su queste tematiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recent Comments

Nessun commento da mostrare.