giovedì , 6 Ottobre 2022

Come sarà il futuro dei Meta

Se aveste il lusso di scegliere di cambiare qualcosa di voi stessi, lo fareste?

Le persone hanno a lungo desiderato di cambiare il loro aspetto, realizzare i loro sogni e viaggiare nelle regioni più remote. Purtroppo, questi desideri sono sempre sembrati troppo lontani dalla portata della maggior parte delle persone. Le limitazioni della tecnologia, della medicina o delle norme sociali li rendevano irrealizzabili. Era solo per il regno dei privilegiati.

Questo finché non abbiamo formato i primi mondi digitali attraverso i videogiochi. Titoli come The Sims ci hanno permesso di creare, vestire e controllare la vita di personaggi virtuali. I mondi digitali ci hanno mostrato il potenziale di riflettere la vita reale nel regno virtuale.

Una decina di anni dopo l’uscita di The Sims, e ora abbiamo il concetto di Metaverso – l’equivalente digitale del mondo reale. Questo concetto ha catturato l’immaginazione dei giganti della tecnologia e delle più grandi aziende del mondo.

Infatti, Steven Spielberg ha visualizzato la sua versione del metaverso nel film del 2018 Ready Player One. Nonostante il suo aspetto cupo, ha delineato il potenziale del metaverso. Uno che prometteva enormi profitti, fama e immortalità.

Allo stesso modo, Mark Zuckerberg di Facebook ha cambiato il nome della sua azienda in Meta come dimostrazione di solidarietà verso il concetto di Metaverso.

Altre aziende hanno seguito l’esempio di vari settori come la moda, gli indossabili, i gioielli e i beni di largo consumo. Le industrie hanno capito il cambiamento delle priorità dei consumatori che ora apprezzano i beni immateriali tanto quanto quelli tangibili.

La Generazione Z è la sezione di consumatori più immersa nel mondo digitale dopo i Millennials. Sono la forza più grande su internet, che stabilisce direzioni e tendenze che modellano il futuro mercato digitale globale di beni e servizi. Per esempio, l’industria del gioco ha sviluppato abbonamenti progressivi; modelli Pay 2 Win; e la compravendita di oggetti virtuali in cambio di denaro.

Tuttavia, in questa nuova generazione di beni immateriali, i truffatori esistono ancora per sottrarre denaro agli innocenti. Ecco perché c’è stato un aumento nella priorità della sicurezza informatica negli ultimi anni.

Uno di questi modi per garantire la sicurezza è la tecnologia NFT, che permette il trasferimento sicuro e automatizzato del valore dal mondo reale al metaverso. La tecnologia conferma le vendite tramite un certificato unico basato sulla tecnologia blockchain. Come risultato, arte, collezioni di dischi, scarpe, borse o qualsiasi altro materiale può valere tanto nel metaverso quanto nel mondo reale.

Oggi, le più grandi aziende del mondo stanno cambiando le loro strategie di business e si stanno creando fortune multimiliardarie mentre parliamo.

Alla fine, potremmo tutti trovare difficile definire la differenza tra virtuale e reale.

Radosław Krzycki – investitore, creatore di progetti e soluzioni IT basati sulla tecnologia blockchain. Fondatore del progetto go2NFT, direttore operativo (COO) della piattaforma blockchain Skey.network, progettista e creatore di innovative soluzioni blockchain NFT dedicate a marchi e aziende.

Info su Veronica Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recent Comments

Nessun commento da mostrare.